Fare il “nemico dei nemici” è più facile che guardare avanti: gli ultimi dati di Pagnoncelli, Diamanti e D’Alimonte

Tra ieri e oggi (sabato e domenica) tre autorevoli analisti dell’opinione pubblica hanno pubblicato alcuni dati di recenti sondaggi sul gradimento del governo Conte 2 e dei leader politici. Al di là di piccole differenze, in qualche caso prive di significatività statistica, Nando Pagnoncelli sul Corriere, Ilvo Diamanti su Repubblica e Roberto D’Alimonte sul Sole … Leggi tutto Fare il “nemico dei nemici” è più facile che guardare avanti: gli ultimi dati di Pagnoncelli, Diamanti e D’Alimonte

La politica ultra-pop del senso comune

Il sistema politico esprime élite. Selezionate in passato sulla base di diritti di nascita, poi dal censo, infine dalle competenze, oggi sembrano destinate ad emergere dal senso comune (chiamato, per nobilitarlo, “buonsenso”): chi presenta tratti psicologici e comportamenti diffusi tra un vasto numero di cittadini. Come ci siamo arrivati? È un bene o un male? … Leggi tutto La politica ultra-pop del senso comune

L’era della politica breve, tra reality politics e fast politics, tra show e consumo

Mettiamo il voto di ieri in prospettiva. Le ultime tre consultazioni a livello nazionale hanno visto prevalere nettamente tre diverse forze politiche: alle europee 2014 il PD di Matteo Renzi con il 40%, alle politiche del 2018 il M5S di Luigi Di Maio con li 32%, alle europee del 2019 la Lega di Matteo Salvini … Leggi tutto L’era della politica breve, tra reality politics e fast politics, tra show e consumo

Facebook apre alla ricerca sociale. In Italia si studierà il voto del 2018

Per la serie “buone notizie”, Facebook ha annunciato ieri i primi team di ricercatori sociali ai quali verrà consentito di accedere ai dati della piattaforma digitale che conta 2,4 miliardi di utenti al mese. Per il momento i dati accessibili sono relativi ai siti linkati dagli utenti di Facebook tra gennaio 2017 e febbraio 2019. … Leggi tutto Facebook apre alla ricerca sociale. In Italia si studierà il voto del 2018